top of page

Blog

COS’È IL CODICE TRIBUTO 3801 E COME COMPILARE L’F24



Lo Stato italiano incassa le imposte, i contributi e le tasse, per finanziare i servizi pubblici. I tributi (o imposte) arrivano direttamente sul bilancio del Fisco, e si pagano tramite modello F24, a carico di titolari e non titolari di partita Iva. Sicuramente, una delle imposte più importanti è l’Irpef (Imposta sul reddito delle persone fisiche) che arriva in più trance e modalità, ripartita a seconda del codice tributo e relativa destinazione di utilizzo. 

Tra le voci delle dichiarazioni ce n’è una fondamentale che porta il codice tributo numero 3801, detta anche addizionale regionale Irpef per le persone fisiche. Vediamo di cosa si tratta, dove va a finire e come compilare l’F24 per pagarla.


Cos’è il codice tributo 3801

Sul sito di Agenzia delle Entrate è riportato un lungo elenco di codici tributo relativo alle imposte statali, regionali e comunali da pagare direttamente allo Stato, attraverso il modello F24, precompilato o telematico. Il codice tributo 3801 indica la cosiddetta “addizionale regionale Irpef”, una imposta che viene direttamente prelevata o pagata da chi percepisce un reddito

Il 3801 è una delle quote regionali dell’Irpef e dell’Irap (Imposta Regionale sulle Attività Produttive), perciò la quota da pagare varia a seconda delle regioni, con una forbice fissata dalle leggi statali che varia dall’1,3% a un massimo del 3,3%.


Perché si paga l’addizionale Irpef e a cosa serve

L’addizionale regionale Irpef si versa in unica soluzione, o a rate, alla Regione presso cui il lavoratore o titolare di partita Iva ha il domicilio fiscale. Il gettito dell’addizionale Irpef serve a finanziare parte del Servizio sanitario nazionale. La sanità viene gestita autonomamente dalle singole regioni italiane, per questo l’aliquota varia e cambia anche a seconda dello stato di salute dei bilanci sanitari. Alcune regioni possono essere sottoposte a piani di rientro a causa del deficit sanitario, e comunque devono raggiungere gli obiettivi previsti dal sistema nazionale.


Chi paga l’addizionale Irpef codice tributo 3801

L’addizionale Irpef è a carico di chiunque percepisca un reddito, o chiunque abbia la residenza fiscale in Italia. Varia a seconda della Regione in cui viene dichiarato il domicilio fiscale. 

Il codice tributo 3801 deve essere quindi pagato dagli imprenditori con ditta individuale, dai liberi professionisti e dai dipendenti lavoratori. In quest’ultimo caso, è il datore di lavoro ad addebitarla direttamente in busta paga. Il calcolo spetta al datore di lavoro, solitamente è il commercialista o un Caf a provvedere all’inserimento del codice di pagamento. Si può pagare anche in modalità telematica, con modello F24 precompilato.


Come compilare il modello F24 codice tributo 3801

Il tributo con il codice 3801 si può pagare in tre modalità:

  • Direttamente all’Agenzia delle Entrate tramite modello F24 web o online;

  • Attraverso i servizi e-banking;

  • Con l’intermediazione di società finanziarie autorizzate.

Per pagare con l’F24 bisogna entrare nella sezione Erario del precompilato o del modello online. Si può pagare in unica soluzione, o a rate. In caso di rata, nella sezione Erario F24 bisogna specificare la cifra relativa alla rata, indicare l’anno d’imposta, il saldo e gli importi a debito o a credito.

Anche i ravvedimenti operosi si pagano con il modello F24, specificando il codice tributo relativo alle sanzioni a gli interessi.

I datori di lavoro e imprenditori pagano entro il 30 giugno dell’anno in cui si presenta il modello delle dichiarazioni. Mentre ai lavoratori dipendenti le addizionali regionali vengono direttamente trattenute in busta paga, mese per mese, ed è possibile individuare importi e codice sul cedolino, e sul cassetto fiscale.

13 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Commenti


bottom of page